• libertus65

55 - IL MONOPOLIO MONETARIO DELLA BCE

da "La tragedia dell'euro" di Philipp Bagus, 2010, pag. 85-91


Riflettiamo per un momento sul vero e proprio potere che la BCE esercita sulla vita delle persone nell'Unione Economica e Monetaria.

È un potere che in una società libera nessuna istituzione sarebbe in grado di accumulare.

L'immensa concentrazione di potere dei tempi dei Soviet potrebbe sembrare acqua passata, tuttavia la BCE esercita sulla sfera monetaria un controllo analogo e attraverso il potere assoluto di creare moneta essa plasma il destino della società.

Immaginate di avere il potere della BCE, di essere cioè l'unico soggetto autorizzato a battere moneta; diciamo che potreste semplicemente stamparla con il vostro personal computer o più semplicemente potreste accedere al vostro conto bancario on-line e aggiungerci qualsiasi somma vogliate.

Chiunque sarebbe costretto ad accettare la moneta che producete ed avreste quindi un potere paragonabile a quello dell'anello di Tolkien.

Usereste questo potere?

La tentazione sarebbe irresistibile.

In realtà potreste cercare di usarlo per fare del bene, ma il risultato di questa impostazione sarebbe in ogni caso un flusso permanente di merci e servizi verso di voi, la nostra famiglia, i vostri amici in cambio della nuova moneta prodotta.

Tutto ciò avrebbe l'effetto di spingere i prezzi al rialzo; vediamo come.

Mettiamo che vogliate comprarvi una BMW.

Grazie al vostro potere vi basterebbe semplicemente generare l'ammontare che serve; comprando l'auto con questi soldi di nuova creazione la sottrarreste però a qualcun altro.

Teoricamente, infatti, per acquistarla dovreste sborsare un poco di più rispetto a ciò che il compratore, cosiddetto marginale, sarebbe disposto a pagare.

Questa è la ragione per cui la creazione di nuovo denaro spinge i prezzi al rialzo.

In ogni caso, mentre adesso la BMW appartiene a voi, il concessionario si ritrova in tasca più denaro di quanto avrebbe avuto altrimenti, denaro col quale decide di comprare una vestaglia per la moglie, spingendo al rialzo il prezzo di questo capo di abbigliamento.

Il produttore di vestaglie ha ora un reddito più alto che a sua volta comincia a spendere.

Gradualmente la nuova moneta si diffonde nell'economia, alzando i prezzi e cambiando il flusso di merci e servizi verso i primi percettori della nuova moneta.

Anche se l'uso del potere della stampante è virtualmente irresistibile, dovreste fare attenzione a non abusarne.

La gente potrebbe infatti rendersi conto che utilizzate il potere di stampare moneta per arricchirvi alle loro spalle.

Potrebbero opporsi a questo sistema di creare il denaro, rivoltandovisi contro o tentando di distruggere il vostro potere.

Per evitare di arrivare a tal punto dovreste limitare la produzione di denaro; potreste anche ricorrere a dei trucchi che vi permettano di aggirare il problema lasciandovi stampare denaro in maniera indisturbata.

Potreste nascondere la creazione di moneta grazie a opportuni diversivi, ad esempio trasferendo i nuovi fondi attraverso varie operazioni in un intricato sistema difficile da comprendere.

Potreste cercare di convincere le persone che la vostra sia in realtà un'attività altruistica a loro vantaggio.

Potreste infine dichiarare che ciò che state facendo stabilizzerà il livello dei prezzi e stimolerà l'occupazione (giusto a proposito questi sono i fini ufficiali della BCE).

Per ottenere risultati ancora migliori dovreste concentrare le vostre argomentazioni sulle importanti conseguenze della creazione di moneta, invece che sulla creazione di moneta in sé.

In altre parole dovreste focalizzarvi sull'effetto delle vostre politiche e non su ciò che realmente state facendo (produrre denaro).

Dite che controllate i tassi di interesse, di modo che la società possa prosperare; dichiarate che li state abbassando per creare più investimenti e più posti di lavoro.

Usate metafore: la produzione di moneta è l'olio lubrificante necessario per un fluido funzionamento dell'economia.

Fate scuola: assumete economisti che sviluppino le adeguate teorie monetarie a sostegno della vostra attività, anche se le loro stravaganze (voli, auto, feste) vi costeranno un po' di (nuovi) bigliettoni.

Fate propaganda inflazionistica: il vostro lavoro è necessario per prevenire un potenziale disastro economico causato dai prezzi in caduta, oppure ancora: il sistema bancario ha bisogno di nuovo denaro, altrimenti collasserebbe con conseguenze apocalittiche.

A questo punto potreste davvero cominciare a piacere a parecchia gente, la quale approverebbe spontaneamente il vostro lavoro, oramai ritenendolo assolutamente indispensabile al funzionamento del sistema economico.

Avrete raggiunto in pieno il vostro obiettivo quando le vittime e i perdenti dello schema cominceranno veramente a pensare che producendo denaro stiate facendo loro del bene.

Ora quel che dovete fare è stare attenti a non disturbare eccessivamente il sistema economico con la produzione di troppo denaro.

Non è infatti nel vostro interesse causare troppo caos: in futuro vorrete continuare a comprarvi una BMW sempre migliore, godendovi tutti i progressi della tecnologia.

Qualora le persone smettessero di risparmiare e di investire a causa di una elevata inflazione, la produzione di auto sempre più sofisticate cesserebbe e voi dovreste rinunciare a molti vantaggi.

Se il denaro di nuova produzione generasse troppa incertezza, causando troppe distorsioni in forma di forte ciclicità economica, la produttività del sistema verrebbe seriamente compromessa e ciò non sarebbe nel vostro interesse.

Di sicuro non volete causare nè iperinflazione nè un collasso del sistema monetario, perché in tal caso nessuno accetterebbe più la vostra moneta inflazionata e il vostro potere cesserebbe di colpo.

Come accennato, è nel vostro interesse coprire il più possibile le tracce della vostra attività.

Può essere fatto erigendo un complicato sistema finanziario che sia difficile da comprendere.

In cambio di supporto ed eterna amicizia, potreste concedere dei privilegi a un ristretto numero di persone, lasciando che partecipino al vostro monopolio oppure concedendo loro una qualche produzione ausiliaria di moneta.

Queste persone, che possiamo chiamare i banchieri a riserva frazionaria, non potranno stamparsi la moneta da soli, tuttavia concederete loro la produzione di sostituti monetari, ad esempio i depositi a vista, a patto che mantengano presso di voi una riserva di denaro.

..........


Le connessioni tra le banche centrali, i banchieri ed il governo sono profonde.

Tutti insieme questi soggetti formano un gruppo elitario che coopera per conseguire gli stessi obiettivi.

Raramente sono critici l'uno nei confronti dell'altro, piuttosto essi di frequente vanno insieme a cena e mantengono strette relazioni sociali.

Rivediamo con ordine come è strutturato lo schema.

Ad un livello superiore lo Stato istituisce la propria stampante, la Banca Centrale, che compra in grande quantità titoli pubblici finanziando il governo.

Su questi titoli lo Stato paga interessi che incrementano i profitti della banca centrale, profitti che vengono comunque rimessi al governo.

Quando i titoli arrivano a scadenza, lo Stato non deve neanche pagare il capitale perché il debito viene semplicemente rinnovato; la Banca Centrale compra l'emissione di titoli nuovi che serve a pagare quelli vecchi in scadenza.

A un livello inferiore entra in gioco, come fosse una sorta di franchising, il sistema delle concessioni grazie al quale le banche ottengono il privilegio di creare moneta fiduciaria.

Benché la parte più importante dell'attività imprenditoriale bancaria sia la concessione di prestiti a consumatori e aziende, esse non tradiscono mai il governo e ne finanziano sempre i debiti.

Anch'esse pertanto comprano titoli di Stato o li usano come collaterale per ottenere prestiti dalla Banca Centrale.

In sostanza l'attività di finanziamento del debito pubblico da parte del sistema bancario viene indirettamente premiata dalla Banca Centrale.

Alla fine della fiera il sistema è semplice: avere a disposizione la stampante monetaria comporta una gigantesca tentazione alla quale è impossibile resistere.

Essa consente di effettuare tra la popolazione un'enorme redistribuzione di ricchezza a favore dei primi percettori di nuova moneta (principalmente il governo e il sistema bancario).

L'intero schema redistributivo, che consente di acquisire consensi e permette di trasformare ogni sogno in realtà, viene prudentemente tenuto nascosto ai cittadini tramite la separazione istituzionale dei flussi monetari.

Ad un primo livello la Banca Centrale, benché formalmente "indipendente' dal governo, compra titoli del tesoro, rimettendone i profitti alle casse statali; ad un livello successivo le banche commerciali, come punti vendita di un unico franchising, traggono enormi vantaggi dalla produzione di moneta fiduciaria e in cambio forniscono anch'esse il proprio contributo per finanziare lo Stato.

Benché le interconnessioni siano complicate, esse si riducono ad un soggetto in possesso di una stampante monetaria costantemente sfruttata a proprio vantaggio e a beneficio delle persone che gli si stringono intorno per aiutarlo e difenderlo.

99 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

56 - COME SI ARRIVA ALL' IPERINFLAZIONE

da "L'Azione Umana", di Ludwig von Mises, 1949, pag. 472-474 Le decisioni che determinano il comportamento di ciascuno nei riguardi della moneta si basano sulla conoscenza dei prezzi del passato più p

39 - LA CONCEZIONE INFLAZIONISTICA DELLA STORIA

Da “L’Azione Umana” di Ludwig Von Mises, 1949, pag. 511-515 Una dottrina molto popolare sostiene che la progressiva riduzione del potere d'acquisto dell'unità monetaria ha svolto una funzione decisiva

31 - I DIFETTI DEL GOLD STANDARD

I DIFETTI DEL GOLD STANDARD, da “Il Bitcoin Standard”, di Saifedean Ammous, 2019, pagine 39-40 Il gold standard del XIX secolo probabilmente offrì lo strumento monetario più prossimo all’ideale di den

Join my mailing list

© 2023 by The Book Lover. Proudly created with Wix.com

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now