top of page
  • Immagine del redattorelibertus65

95 - GIUDIZI DI VALORE E PROPOSIZIONI ESISTENZIALI

Da “Teoria e storia”, di Ludwig von Mises, 1957, pag.63

Le proposizioni che affermano l’esistenza o la non esistenza sono proposizioni descrittive.

Esse affermano qualcosa riguardo allo stato dell’universo nel suo insieme o di alcune sue parti.

Riguardo a esse, le questioni di verità e di falsità sono importanti.

Non devono però essere confuse con i giudizi di valore.

I giudizi di valore sono soggettivi.

Esprimono le sensazioni, i gusti o le preferenze dell’individuo.

Riguardo a essi non può esserci alcuna questione di verità o di falsità.

Sono giudizi ultimi e non sono soggetti ad alcuna prova o evidenza empirica.

4 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

117 - IL NESSO CAUSALE DEI BENI

Da “Principi fondamentali di economia”, di Carl Menger, 1871, pag.54-57 Il nostro benessere, in quanto dipende dalla soddisfazione dei nostri bisogni, è assicurato se disponiamo di volta in volta dei

116 - DENARO FIAT E CRESCITA DEL CREDITO

Da “Il Fiat Standard - La schiavitù del debito come alternativa alla civilizzazione umana”, di Saifedean Ammous, 2021, pag.39 - 44 Solo una piccola percentuale della valuta di un paese esiste sottofor

Comments


bottom of page